In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Apre a Treviso il Milan club “Pioli in on fire”, al Maggior Consiglio la Coppa dei campioni

Già centocinquanta iscritti e una serata di “milanismo” puro dalle 16.30 in poi al ristorante Orobasilico dell’Hotel Maggior Consiglio: i tifosi potranno “toccare”, fare foto e ammirare la coppa della Champions League 2006-2007, competizione vinta dal Milan di Carlo Ancelotti e alzata al cielo da capitan Paolo Maldini nella notte di Atene

Pietro Nalesso
1 minuto di lettura

Un pezzo di storia rossonera all’Hotel Maggior Consiglio. Oggi, 2 dicembre, è il giorno dell’inaugurazione del Milan Club Treviso “Pioli is on fire”, il primo club del Diavolo al mondo intitolato al mister campione d’Italia 2022.

Già centocinquanta iscritti e una serata di “milanismo” puro dalle 16.30 in poi al ristorante Orobasilico dell’Hotel Maggior Consiglio: i tifosi potranno “toccare”, fare foto e ammirare la coppa della Champions League 2006-2007, competizione vinta dal Milan di Carlo Ancelotti e alzata al cielo da capitan Paolo Maldini nella notte di Atene.

In quel 23 maggio di 15 anni fa, Pippo Inzaghi guidò con una doppietta la vendetta del Diavolo ai danni del Liverpool, due anni dopo la fatale Istanbul. Per la prima volta nel suolo veneto, la coppa dalle grandi orecchie accompagnerà l’inaugurazione del nuovo club del presidente Giorgio Lorenzo, ma non sarà da sola. Il giornalista di Sky Sport, Peppe Di Stefano, presenterà il suo bestseller “Milanello- La Casa del Diavolo”, un racconto tra aneddoti e curiosità sullo storico centro di allenamento del Milan e sulle figure più importanti della storia recente rossonera tra campo e panchina.

Ma, se parliamo di Milan e di giornalismo, il pensiero va subito a Carlo Pellegatti, storica voce rossonera che farà da moderatore nell’arco della serata. Gli altri special guest saranno Nuccia Malvestiti, segretaria Nazionale di AIMC (Associazione Italiana Milan Club) e Marco “il Pacio” Pacini, capo cori della Curva Sud di San Siro.

Personalità di spicco, tifosi e un pezzo di storia, la Marca diventa nuovamente un punto di ritrovo per tanti sostenitori del Diavolo che lo scorso 22 maggio si sono riversati sulle strade del centro storico di Treviso per festeggiare la conquista del diciannovesimo scudetto. Pietro Nalesso

I commenti dei lettori