In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Colle Umberto, operaio muore schiacciato da un macchinario

L’infortunio giovedì mattina, poco dopo le 10, al mobilificio Furlan. Letale lo shock emorragico conseguente alle ferite per dipendente di 56 anni

Francesca Gallo
Aggiornato 2 minuti di lettura

La sede del mobilificio Furlan di Colle Umberto 

 

Un’altra morte sul lavoro. La vittima è Marco Pessotto, classe 1966, di Sacile, che stamattina stava lavorando al mobilificio Furlan di Colle Umberto, con sede in via De Gasperi. Poco dopo le 10 l’operaio ha subito gravi ferite al bacino e agli arti inferiori per lo schiacciamento causato da un macchinario. L’esatta dinamica dell’incidente è ancora in fase di ricostruzione da parte degli ispettori dello Spisal.  

L’operaio è stato soccorso dal Suem e trasportato in elicottero al Ca’ Foncello. Le ferite riportate sono purtroppo risultate fatali.  

La dinamica dell’incidente sul lavoro è ancora al vaglio delle autorità, ma dalle prime ricostruzioni è farsi un’idea degli eventi che hanno portato alla tragedia.

Erano da poco passate le 10, Marco Pessotto era impegnato a lavorare su una macchina bordatrice. Secondo le testimonianze, il macchinario all’improvviso si sarebbe fermato. L’operaio ha cercato di capire cosa non funzionasse. Per individuare il problema, Pessotto è entrato tra le due “spalle” della macchina. Per cause ancora da accertare, la bordatrice si è rimessa all’improvviso in funzione. Le due “spalle” si sono strette, proprio mentre l’uomo era al loro interno. Terribile lo schiacciamento che ha subito alle gambe e al bacino. I colleghi di lavoro si sono subito accorti dell’incidente e si sono precipitati a soccorrere Pessotto.

La situazione è apparsa immediatamente disperata e così hanno dato l’allarme. La loro chiamata al 118 è arrivata alle 10 e 22. Sul luogo dell'incidente sono intervenuti medico e infermieri del Suem 118. Vista la gravità dei traumi riportati e lo choc emorragico, è stato richiesto l’intervento dell’elicottero di Treviso Emergenza. Pessotto, nel frattempo, è stato stabilizzato e intubato. L’eliambulanza è atterrata nei pressi dell’azienda e l’operaio è stato trasportato d’urgenza al Ca’ Foncello di Treviso. Una corsa contro il tempo che è finita nel peggiore dei modi.

Purtroppo, l’operaio è morto poco dopo l’arrivo in ospedale a causa delle lesioni riportate e per il forte choc emorragico. Nel frattempo, alla Furlan Mobili si sono messi al lavoro i tecnici del nucleo Spisal dell'Ulss 2 che hanno raccolto gli elementi per cercare di capire cosa sia successo al macchinario, se siano state adottate tutte le misure di sicurezza e siano stati effettuati i controlli e le manutenzioni. Lo Spisal cercherà inoltre di capire se l’operaio abbia agito correttamente al momento del fermo del macchinario.

In via De Gasperi sono giunti anche i carabinieri.L’incidente mortale ha lasciato sotto choc i colleghi di lavoro e la dirigenza dell’azienda. L’operaio friulano lavorava da una decina d’anni presso la Furlan Mobili di Colle Umberto. L’azienda opera nel campo dell'arredamento da oltre mezzo secolo. Tratta i marchi più prestigiosi del mercato del mobile, ma propone anche un servizio di arredamento su misura. Cordoglio per l’ennesima morte sul lavoro è stato espresso dal sindaco di Colle Umberto, Sebastiano Coletti.

I commenti dei lettori