In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Treviso, stop ad alcol, vetro e lattine a San Liberale: «Troppo degrado»

L’ordinanza firmata dal sindaco Mario Conte punta a risolvere situazioni di incuria e precarie condizioni igienico sanitarie riscontrate nella zona

1 minuto di lettura

Lattina e bottiglia abbandonate a San Liberale

 

Stop ad alcol, vetro e lattine in una nuova ordinanza sindacale che riguarderà non più un singolo pubblico esercizio ma un’ intera area. Al centro del provvedimento il quartiere di San Liberale e più precisamente la zona che comprende Via Tre Venezie, Largo Tre Venezie, Piazza Unità d’Italia, Via Emilia e Via Mantiero nel tratto compreso tra Via Tre Venezie e via Emilia.

In queste zone il Comando di Polizia Locale ha infatti riscontrato, nelle scorse settimane, la presenza diffusa di rifiuti, costituiti da bottiglie di vetro e lattine oltre che situazioni di degrado dovuto a deiezioni liquide, umane ed a comportamenti poco rispettosi da parte degli avventori di pubblici esercizi, spesso stazionanti sulla carreggiata e che mettono a serio rischio sé stessi e i conducenti dei veicoli transitanti.

«Molto spesso», spiega il comandante della Polizia Locale Andrea Gallo, «tali comportamenti sono dovuti all’assunzione di bevande alcoliche che impediscono alle persone di percepire l’effettivo pericolo di certi atteggiamenti e comportamenti che e portano a situazioni di degrado igienico sanitario che meritavano una immediata risposta».

L’ordinanza alcol free è una novità: fino ad oggi le ordinanze sindacali avevano riguardato singoli pubblici esercizi, con chiusure anticipate o divieto di vendita e somministrazione alcol. «In questi ultimi tre anni», ricorda il comandante Gallo. «sono state emesse una decina di ordinanze a carico di singoli bar che erano stati al centro di gravi situazioni di disturbo con inevitabili conseguenze che hanno minato la vivibilità urbana».

La nuova ordinanza firmata dal sindaco Mario Conte punta anche a risolvere quelle situazioni di incuria e precarie condizioni igienico sanitarie che sono state riscontrate nella zona. Le prescrizioni saranno valide da domani, 26 novembre, fino al 18 dicembre dalle 18 alle 6 del giorno successivo.

I commenti dei lettori