In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Auto e scooter distrutti, i nuovi monumenti per ricordare i pericoli della strada

Sono stati posizionati davanti al municipio di Resana assieme a Provincia e Mom. Il sindaco: «Chi va a razzo o con il cellulare in mano rifletta»

Davide Nordio
1 minuto di lettura

Sono un’auto e uno scooter completamente distrutti dopo un incidente i “testimonial” della campagna shock del Comune di Resana per la sicurezza stradale: i due mezzi sono stati posizionati a fianco del municipio nell’ambito della prevenzione degli incidenti promossa da Provincia di Treviso e Mom .

«Da alcuni anni sosteniamo, in occasione della Giornata mondiale per le vittime della strada, le iniziative promosse dall’Associazione familiari vittime della strada e quest’anno abbiamo voluto rafforzare il messaggio già lanciato al tavolo per la sicurezza promosso della Provincia, spiega il sindaco Stefano Bosa.

«Abbiamo voluto aggiungere due mezzi distrutti e tanti messaggi per attirare l’attenzione di coloro che alla guida di una vettura non pensano a cosa può succedere andando a velocità elevata o guidando con un cellulare in mano».

«A Resana passano quasi trentamila veicoli al giorno di fronte al municipio e penso che più di qualcuno si fermerà a pensare e a riflettere di fronte ai tanti messaggi lanciati con questa campagna che comprende anche quelli raccolti nelle scuole di Castelfranco da parte dell’Associazione familiari vittime della strada».

Sabato 19 novembre alla sera saranno esposte sulle finestre del municipio candele accese in memoria delle vittime

I commenti dei lettori