In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Terrorismo neonazista, perquisizioni anche a Treviso

Indagine della procura della repubblica di Napoli. Nel mirino l’associazione di stampo neonazista “Ordine di Hagal”

Aggiornato alle 1 minuto di lettura

La Digos ha perquisito alcuni immobili in provincia di Treviso nell’ambito della grande operazione antiterrorismo avviata dalla Procura di Napoli nei confronti dei membri di un'associazione sovversiva, di stampo neonazista, negazionista e suprematista denominata “Ordine di Hagal”.

Polizia di Stato, Digos di Napoli e Direzione centrale della Polizia di Prevenzione-Ucigos con il Servizio Postale e delle Comunicazioni in attuazione di un provvedimento emesso dal gip del Tribunale di Napoli su richiesta della Procura  hanno emesso  4 provvedimenti di custodia cautelare in carcere per il delitto di associazione con finalità di terrorismo o di eversione dell'ordine democratico ed un obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria a Roma per propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale, etnica e religiosa.

L’associazione “Ordine di Hagal”, con sede a Marigliano, in provincia di Napoli era ramificata nel territorio italiano grazie a vari affiliati o persone vicine ad essi. Per questo, contestualmente agli arresti, sono scattate 26 perquisizioni domiciliari ed informatiche nelle province di Napoli, Avellino, Caserta, Milano, Torino, Palermo, Ragusa, Treviso, Verona, Salerno, Potenza, Cosenza, Crotone, nei confronti di altre persone, alcune indagate ed altre emergenti dalle indagini.

Le 26 perquisizioni di oggi fanno seguito alle 30 già eseguite a maggio ed ottobre 2021

I commenti dei lettori