In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Patteggia 2 anni e 8 mesi per l’incidente a Salgareda in cui morì l’amico

Patrick Angeli, 24 anni di Musile, era alla guida della Bmw in cui perse la vita Nicolò Minello, 22 anni di Noventa

diego bortolotto
1 minuto di lettura

Nicolò Minello, 22 anni di Noventa, morì nell'incidente a Salgareda nell'ottobre 2020

 

Patrik Angeli, 24 anni, di Musile di Piave ha patteggiato due anni e otto mesi di reclusione per omicidio stradale. Nell’incidente aveva perso la vita l’amico Nicolò Minello, 22 anni di Noventa di Piave. Il dramma, si era consumato a Salgareda, il 18 ottobre 2020, poco prima delle 23. Cinque amici e quasi coetanei, tutti residenti tra Noventa e Musile di Piave e Meolo, avevano trascorso la serata in una pizzeria di Piavon di Oderzo. Stavano rientrando a casa quando Angeli, percorrendo via Pizzocchera, nell’affrontare una curva secca a sinistra, aveva perso il controllo della Bmw. L’auto era finita nel fossato laterale ribaltandosi, dopo aver travolto vari arbusti. Nicolò Minello era morto sul colpo. Gli altri tre amici erano stati trasportati all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso con gravi traumi, due dei quali in terapia intensiva.

Oggi, giovedì 27 ottobre, a poco più di due anni dalla tragedia, davanti al Gup Cristian Vettoruzzo nel tribunale di Treviso, Patrik Angeli ha patteggiato la pena, con l’aggravante di aver causato lesioni gravi ad altre persone e di essersi messo alla guida in stato di ebbrezza. Angeli infatti era anche risultato positivo all’alcool test, con un tasso alcolemico di 0,92 g/l. Il giovane non potrà avvalersi della sospensione condizionale: con ogni probabilità il suo legale chiederà l’affidamento ai servizi sociali. Gli è stata comminata anche la sanzione accessoria della sospensione della patente di guida, sempre per due anni e otto mesi.

Tutte le parti offese si erano rivolte, per il supporto legale, allo Studio3A-Valore S.p.A. I familiari di Nicolò da tempo hanno scelto di concentrare tutte le loro energie per ricordare il loro caro nel modo in cui avrebbe voluto, il calcio, la sua passione. Il ragazzo aveva cominciato a giocare quando aveva cinque anni nella società del suo paese, l’Ac Noventa. Ha militato a livello dilettantistico con diverse squadre, l’ultima delle quali il Grassaga, e non ha mai smesso fino a quel maledetto 18 ottobre 2020. Sono già in corso i preparativi per la seconda edizione del “Mina con noi”, che si conta di organizzare per il prossimo 14 gennaio 2023. Sarà un torneo di calcio a cinque che si disputerà al palazzetto dello sport di Noventa di Piave.

I commenti dei lettori