In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Le mura di Treviso accessibili alle carrozzine

Inaugurate rampe e percorso per disabili lungo lo storico terrapieno. «500 mila euro l’anno per una città sempre più accessibile»

Aggiornato alle 1 minuto di lettura

A 500 anni dalla loro edificazione le mura di Treviso sono diventate a misura di disabile. Oggi l’inaugurazione del percorso dedicato alle persone con disabilità motorie, in carrozzina, ma anche potenzialmente alle mamme con i bambini nel passeggino. Parte da piazzale Burchiellati e percorre tutto il terrapieno storico della città fino a Bastione San Marco.

Un progetto che il sindaco Mario Conte aveva lanciato nella campagna elettorale del 2018 ed ora è arrivato a compimento. Ad entrambi i capi del percorso realizzato con materiale stabilizzato del tutto simile alla ghiaia delle mura, due rampe di accesso con inclinazione calibrata per rendere possibile la salita anche a persone in carrozzina non accompagnate. Un investimento da 200.000 €. 

Progettata dall’architetto Stefano Maurizio, «E’ uno dei tanti tasselli per rendere Treviso sempre più inclusiva» ha sottolineato il disability manager del Comune di Treviso Rodolfo Dalla Mora

Mura di Treviso senza barriere, l'architetto Dalla Mora ci spiega l'intervento

Dal sindaco Conte un appello ai trevigiani: «Serve rispetto per chi ha difficoltà, quando si parcheggia, quando si va in auto, in bicicletta... questa è la prima barriera da abbattere. I trevigiani e il loro comportamenti sono determinanti». e sottolinea come ogni anno l’amministrazione abbia destinato 500 mila euro per abbattimento barriere architettoniche.

I commenti dei lettori