In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Rissa al luna park, denunciato diciannovenne di Godega

Trevigiano uno dei tre autori della spedizione punitiva del 19 marzo scorso a Sacile. Un 17enne di Gaiarine finì al Pronto soccorso col setto nasale spezzato

1 minuto di lettura

Pattuglie dei carabinieri

 

Tre i responsabili dell’aggressione al luna park. 

I carabinieri della stazione di Sacile hanno individuato e deferito in stato di libertà gli autori dell'aggressione a un minorenne avvenuta il 19 marzo al luna park allestito in quei giorni in città. Si tratta di un 19enne di Godega Sant'Urbano, di un 20enne di Porcia (Pordenone) e di un 17enne di Fiume Veneto (Pordenone).

Dovranno rispondere dei reati di violenza privata e lesioni gravi in concorso. In quell'occasione, scoppiò una rissa che coinvolse una cinquantina di giovani e uno di questi, un 17enne residente a Gaiarine, venne condotto al Pronto soccorso pediatrico dell'ospedale di Pordenone per la frattura delle ossa nasali. Le indagini hanno accertato che nei mesi precedenti, sempre a Sacile, lo stesso diciassettenne, a seguito di litigi, avrebbe percosso suoi coetanei provenienti dalla provincia di Treviso.

Per questa ragione, il 19 marzo diversi ragazzi provenienti da Pordenone, Conegliano e Vittorio Veneto si sono trovati al luna park di Sacile con l'intento di vendicarsi. Secondo quanto emerso, dopo averlo individuato, lo hanno aggredito con veemenza, colpendolo con pugni, schiaffi e calci mentre altri giovani riprendevano la scena con i loro cellulari. Dai filmati si nota come la vittima abbia tentato più volte di sottrarsi ai suoi assalitori cercando di scappare ma senza riuscirci perché intercettato, trattenuto e picchiato più volte. Al sopraggiungere delle pattuglie dei carabinieri, gli aggressori erano fuggiti a piedi. 

I commenti dei lettori