In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Vittorio Veneto, il centro come un autodromo: 88 multati

La polizia locale ha intensificato i controlli sul traffico dopo la riapertura delle scuole, con quindici posti di blocco. Sanzionati anche automobilisti senza copertura assicurativa

1 minuto di lettura

Un'agente di polizia locale

 

Con la riapertura delle scuole, la polizia locale di Vittorio Veneto, in queste settimane, ha deciso di intensificare i controlli sul traffico.   

Così è stata avviata una campagna per contrastare le condotte illecite e prevenire, per quanto possibile, il verificarsi di sinistri stradali. Sono stati svolti 15 posti di controllo per la velocità sanzionando 88 veicoli che superavano i limiti prescritti. Sono state inoltre accertate 216 violazioni alle norme di comportamento (mancate precedenze, sorpassi, inosservanza della segnaletica, ecc). 

Da gennaio ad oggi sono stati rilevati 63 incidenti stradali, di cui uno particolarmente grave, con una riduzione del 25%, rispetto allo stesso periodo del 2021. Nel corso di questa attività, inoltre, gli agenti della polizia locale hanno intercettato un motociclista trentaseienne, residente ad Orsago, di nazionalità croata, il quale circolava, sprovvisto di patente di guida con una moto non revisionata, priva di assicurazione e sottoposta a fermo amministrativo. Il conducente è stato denunciato all’autorità giudiziaria e la pattuglia ha provveduto al sequestro del mezzo per la successiva confisca, contestando inoltre altre violazioni.

Analogo procedimento penale è stato avviato nei confronti di un altro automobilista croato che guidava senza patente un’autovettura risultata radiata (ufficialmente non circolante in Italia), priva di copertura assicurativa. Anche in questo caso, oltre alla denuncia penale, gli agenti hanno proceduto al sequestro del veicolo oltre ad applicare sanzioni amministrative. A seguito di indagini e di servizi specifici, gli agenti di polizia locale sono riusciti ad intercettare un ventinovenne ghanese, residente in Italia, che circolava alla guida di un ciclomotore elettrico. Nel corso dell’accertamento è emerso che il conducente guidava sprovvisto di patente, senza aver immatricolato il veicolo e privo di copertura assicurativa. Analogamente ai casi precedenti, il conducente è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria, sanzionato e il veicolo è stato sottoposto a sequestro per la successiva confisca.

Il comandante esprime la propria soddisfazione per i risultati dell’attività sinergica di tutti i componenti del Comando che, pur in un momento di forte compressione dell’organico, si impegnano per garantire un adeguato controllo del territorio. A tal proposito, proprio in questi giorni è stato pubblicato il bando di concorso per l’assunzione di quattro agenti. I nuovi arrivi consentiranno l’intensificazione dell’attività di pattugliamento e vigilanza e già si prevede di andare a contrastare alcune situazioni che pregiudicano la sicurezza della cittadinanza. Tra le varie azioni, si prevede di intensificare le pattuglie per contrastare l’uso del telefono durante la guida, l’abbandono di rifiuti e i danneggiamenti a proprietà pubbliche e private.

I commenti dei lettori