In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Festival delle Combinazioni a Montebelluna, alla scoperta dei sentieri di montagna

L’appuntamento è per domenica 18 settembre alle 21, nel parco di villa Binetti a Montebelluna (in caso di maltempo nel teatrino della struttura), in occasione dell’incontro tra Alessia Iotti e Francesco Sabatini, interpellati appunto sul tema “Verso il futuro della montagna. Giovani in cammino per le terre alte d’Italia e d’Europa”

1 minuto di lettura

Si va per sentieri al festival Combinazioni grazie all’incontro fra due progetti, “Va’ Sentiero” e “Montagne Unite d’Europa”, nati per invogliare appassionati amatori e camminatori esperti alla scoperta dei villaggi in alta quota attraverso l’incontro con le genti del posto.

L’appuntamento è per domenica 18 settembre alle 21, nel parco di villa Binetti a Montebelluna (in caso di maltempo nel teatrino della struttura), in occasione dell’incontro tra Alessia Iotti e Francesco Sabatini, interpellati appunto sul tema “Verso il futuro della montagna. Giovani in cammino per le terre alte d’Italia e d’Europa”.

Grazie alla loro testimonianza, Iotti e Sabatini condurranno il pubblico alla scoperta dell’esperienza del cammino, con un approccio sostenibile, che rispetta le peculiarità locali e ambientali contribuendo a tenere vivo il tessuto socioeconomico delle zone più impervie e costantemente a rischio di spopolamento. L’incontro è organizzato in collaborazione con la cooperativa Pace e Sviluppo come anteprima di 4passi, il festival dell’economia solidale e sostenibile.

Tra gli eventi del festival Combinazioni in programma per domenica 18 settembre, da segnalare alle 17 lo spettacolo per famiglia a cura di Filippo Tognazzo “Fole e filò. Sette storie per sette province” con musiche di Ivan Tibolla nel parco di villa Romivo, sede dell’agenzia Generali (in caso di pioggia ci si sposterà al teatro Binotto di villa Pisani). In contemporanea al museo di storia naturale e archeologia di Montebelluna la visita partecipata all’allestimento “Futuro agenda 2030” la mostra dedicata agli obiettivi di sviluppo sostenibile con Francesco Sabatini e i conservatori del museo gli si rifletterà sul senso di appartenenza al patrimonio culturale di un territorio fatto di collezioni, storie, ambienti e paesaggi. Per info. e programma completo del festival Combinazioni

I commenti dei lettori