In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

I carabinieri di Casale trovano il bazar della droga, arrestato un trentunenne di Quarto d’Altino

Sequestrati 1,6 chilogrammi tra marijuana e hashish, e 7 mila euro. Il blitz è scattato nella casa del giovane, che ha tentato di opporsi ai militari: denunciato anche per resistenza

Diego Bortolotto
1 minuto di lettura

Lo stupefacente e i contanti sequestrati dai carabinieri

 

CASALE. Operava tra le province di Treviso e Venezia, spacciando marijuana e hashish. I carabinieri di Casale sul Sile hanno arrestato un trentunenne di Quarto d’Altino (VE). Il blitz è scattato nella sua abitazione. Alla vista dei militari il pusher è andato in escandescenza, ribellandosi alla perquisizione. Dovrà quindi rispondere, oltre che di detenzione di stupefacenti al fine di spaccio, di resistenza a pubblico ufficiale. “Un bazar della droga”, così è stato definito dagli investigatori. Marijuana e fumo erano conservati perfino dentro il frigorifero, oltre che in mobili della cucina e del salotto, dentro vasi di vetro, ciotole e contenitori in plastica. In totale sono stati sequestrati 1.450 i grammi di marijuana e 170 di hashish. Sono stati trovati in casa quasi 7 mila euro in contanti, secondo gli investigatori una parte del provento degli affari illeciti. Sequestrati anche un bilancino di precisione e due coltelli. Il giudice, convalidando l’arresto, ha disposto la rimessa in libertà del 31enne, con obbligo di firma.

I commenti dei lettori