In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Col San Martino, appello di Zaia ai Consorzi del Prosecco: «Agire insieme, come un ariete»

Il presidente del Veneto invita a superare le divisioni nel mondo delle bollicine di Marca: «Le scelte finali toccano ai produttori, ma troppo dibattito dispiace: l’importante è stare uniti pur nelle diversità»

Francesco Dal Mas
1 minuto di lettura

Il presidente Luca Zaia oggi a Col San Martino 

 

FARRA DI SOLIGO. «Quando si parla di Prosecco le tre denominazioni sono dei veri gioielli del nostro territorio. Questo significa che pur nel rispetto di ogni dibattito che è sempre il sale della democrazia, la Doc e le due Docg devono andare avanti come un ariete perché abbiamo il mercato davanti a noi e sentiamo la responsabilità di fronte al mondo intero che ci guarda. Lo Champagne gestisce 500 milioni di bottiglie sul mercato internazionale, il Prosecco con le tre denominazioni ne gestisce circa un miliardo. Una bottiglia su tre di bollicine che viene stappata nel mondo è di Prosecco e non è un caso che, dopo, i turisti vengono da noi. Sono dati che ci impongono di continuare ad avere come obbiettivo quello di far fare bella figura ai nostri territori; ogni bottiglia porta l’identità del Veneto nel mondo».

Sono parole del presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, che oggi, presso sede della Mostra Valdobbiadene Docg a Col San Martino, ha partecipato alla manifestazione “Vite in campo – Eroica”, appuntamento incentrato sulle nuove tecnologie per l’agricoltura in collina. Nell’occasione è stato celebrato anche il 50esimo anniversario del Condifesa Tvb, nato nel 1972 come consorzio antigrandine, denominato prima CodiTV e poi CondifesaTV; in seguito alla fusione con il Condifesa di Vicenza, nel 2018 ha assunto la denominazione attuale. Si tratta di una Società Cooperativa Agricola con oltre 10.000 soci. Con gli oltre 600 milioni di euro di produzioni agricole assicurate e mutualizzate e i 55 milioni di euro di premi assicurativi anticipati ogni anno per conto degli associati, è il Consorzio di difesa di gran lunga più importante della Regione del Veneto e tra i primi tre in Italia.

I commenti dei lettori