Omicidio di Cison, la Cassazione conferma l’ergastolo a Papa

Respinto il ricorso presentato dai legali di Papa che il 1 marzo del 2018 ha ucciso i coniugi Loris Nicolasi e Annamaria Niola nella loro villetta di Rolle.  

CISON. E' diventata definitiva la condanna all’ergastolo a carico di Sergio Papa per l’omicidio dei coniugi Loris Nicolasi e Annamaria Niola a Rolle, avvenuto il primo marzo del 2018 nella loro villetta di Rolle. La Corte Suprema di Cassazione, rigettando il ricorso presentato dai difensori dell'imputato, ha reso così esecutiva la sentenza di condanna di primo grado emessa nel dicembre del 2019 dalla Corte d’Assise di Treviso, confermata dalla sentenza del novembre 2020 della Corte d’Appello di Venezia. Le indagini erano state svolte dai carabinieri del Nucleo Investigativo , al comando del colonnello Mura, sotto la direzione del sostituto procuratore Davide Romanelli. 

Il ricorso alla Suprema Corte dei due legali di Papa (Fabio Crea e Paolo Camporini del foro di Como, noto per aver difeso Massimo Bossetti, il presunto assassino della ragazzina bergamasca Yara Gambirasio) riguardava vari aspetti, ma  due in particolare. Il primo riguardava il dna, la cosidetta prova regina, e il secondo l’orario in cui era avvenuto il duplice omicidio. Eccezioni che però la Corte di Cassazione ha respinto.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Monza, Berlusconi e Galliani tornano in A: Il Condor scatenato in tribuna come ai tempi del Milan

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi