Conegliano, scarpe rosse sui feretri bianchi per l’addio a madre e figlia uccise

La sepoltura di Gabriela e Renata Trandafir oggi a Conegliano 

Lo strazio dei parenti oggi in cimitero a Conegliano per la sepoltura delle due donne trucidate a Castelfranco Emilia. Il cordoglio del sindaco ai familiari  

CONEGLIANO. Oggi pomeriggio nel cimitero di Conegliano lo straziante addio a Gabriela Trandafir (47 anni) e Renata (22 anni), madre e figlia uccise lo scorso 13 giugno a Castelfranco Emilia da Salvatore Montefusco, ex compagno di Gabriela, che le aveva finite a fucilate.

L'abbraccio del sindaco Fabio Chies a Elena Tiron

Elena Tiron, sorella di Gabriela, che vive a Conegliano, e che era legatissima alle due parenti uccise, ha posato sui feretri bianchi le scarpe rosse simbolo della lotta contro i femminicidi. 

Nel cimitero di San Giuseppe, dove i due feretri sono giunti dopo il funerale con rito ortodosso celebrato nel Modenese, il sindaco di Conegliano Fabio Chies ha espresso il suo cordoglio alla famiglia Trandafir a nome dell’intera città. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Stop ai biglietti Ryanair super scontati, i viaggiatori del Canova: "Cambierà poco"

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi