In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Blitz della Finanza, sequestrati due laboratori tessili clandestini

I titolari bruciavano gli scarti di lavorazione nei terreni accanto alle aziende. Sequestrati 35 macchinari per la lavorazione dei capi d’abbigliamento.

Marco Filippi
1 minuto di lettura

QUINTO. Blitz della guardia di Finanza in due laboratori tessili gestiti in condizioni di assoluto degrado e pericolo per i lavoratori.  I locali, ciascuno delle dimensioni di circa 200 metri quadri, ricavati nei garage e nelle cantine di due palazzine a Zero Branco e a Quinto di Treviso, erano privi di aerazione e uscite di sicurezza, con estintori privi di manutenzione, impianti elettrici non a norma, fili penzolanti proprio sulle postazioni dei lavoratori, oltre a essere carenti dei più elementari requisiti igienico-sanitari.

Nel corso dell’intervento, i militari delle Fiamme Gialle di Treviso hanno sequestrato 35 macchinari per la lavorazione dei capi d’abbigliamento, 300 chili di rifiuti smaltiti illecitamente e un’area di circa 50 metri quadrati, accanto a uno dei laboratori, dove venivano inceneriti gli scarti tessili.

I due cittadini stranieri, amministratori dei laboratori tessili, che producevano per imprese locali, non sono stati in grado di esibire ai finanzieri del Gruppo Treviso i documenti che attestassero il rispetto delle normative in materia di sicurezza sul lavoro, prevenzione incendi, gestione delle emergenze e smaltimento dei rifiuti. Per questo motivo per i titolari sono stati denunciati.

I commenti dei lettori