All’esame di guida con videocamera e microfono: denunciato a Treviso

I funzionari della Motorizzazione si sono subito accorti che il 33enne indossava un dispositivo non ammesso. Al termine dell’esame è stato perquisito e scoperto

TREVISO. Cercava un aiuto dall’esterno per superare l’esame della patente C. Un cittadino kosovaro di 33 anni, residente a San Quirino, è stato però individuato e denunciato alla Procura della Repubblica grazie ai funzionari della Motorizzazione e all’immediato intervento del reparto di sicurezza stradale e di Polizia Giudiziaria del Comando di Polizia Locale di Treviso.

I fatti sono avvenuti ieri mattina (venerdì) in occasione di una sessione di esami di teoria per il conseguimento della patente C. I funzionari della Motorizzazione si sono subito accorti che il 33enne indossava un dispositivo non ammesso.

«Non potendolo perquisire hanno lasciato che tutti finissero l’esame chiamando immediatamente il Comando di Polizia Locale», spiega il comandante Andrea Gallo.

«Da una paio d’anni c’è infatti una stretta collaborazione per l’analisi dei documenti falsi, tramite il Laboratorio di Analisi documentale».

Terminato l’esame e all’esito della perquisizione personale sono stati trovati due router, una videocamera ed un microfono - forniti poco prima dell’ingresso in motorizzazione dal complice, che potrebbe già essere individuato nelle prossime ore - posti subito sotto sequestro.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Briatore: "Noi abbiamo fatto l'upgrade della pizza". Sorbillo: "Lo rispetto, ma è buona anche quella di 5 euro"

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi