Contenuto riservato agli abbonati

Treviso, commercianti di Via Roma divisi. Si torna a chiedere il presidio fisso

Tensioni nella zona dopo la rapina a un quindicenne in pieno giorno. Il sindaco Conte lancia l’appello: «Tornino i militari»

TREVISO. «Serve un presidio fisso di polizia». Paola Durigon, titolare della caffetteria Altinia, sbotta e pretende controlli. L’episodio del quindicenne aggredito e rapinato lunedì scorso è l’ennesimo legato a via Roma. Ennesimo episodio di microcriminalità che induce Durigon, come altri esercenti del quadrante, a invocare una presenza costante delle forze dell’ordine.

«Inutile che il sindaco Conte continui a parlare di Treviso città turistica.

Video del giorno

L'arrivo di Del Vecchio ad Agordo tra gli applausi della sua gente

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi