Rapine e furti: arrestato giovane di 27 anni a Conegliano

Le indagini dei militari dell’Arma hanno consentito di raccogliere gravi elementi indiziari a carico del 27enne per fatti commessi nell’ultimo mese, in rapida successione come ad esempio una rapina in abitazione ai danni di un 65enne del posto

CONEGLIANO. I Carabinieri di Conegliano hanno arrestato un 27enne di origini marocchine sospettato di aver commesso una serie di reati come rapina aggravata in abitazione, furto e lesioni.

Le indagini dei militari dell’Arma hanno consentito di raccogliere gravi elementi indiziari a carico dello straniero per fatti commessi nell’ultimo mese, in rapida successione come ad esempio una rapina in abitazione ai danni di un 65enne del posto.

La vittima è stata raggiunta da uno sconosciuto entrato abusivamente in casa che dopo averlo minacciato “se chiami i Carabinieri torno a trovarti e ti faccio veramente male”, lo percuoteva spintonandolo contro un mobile, intimandogli di consegnare del cibo e tutto il denaro che aveva e sottraendogli dal portafoglio che teneva in una giacca la somma di 180 Euro.

L’anziano ha riposrtato lesioni al collo e alla spalla, fortunatamente dichiarate guaribili in alcuni giorni.

Altri episodi contestati al marocchino sono avvenuti il 23 aprile 2022 e 5 maggio 2022: rapine in abitazione ai danni di un 79enne del posto, solo (già più volte intimidito e minacciato e al quale era stata sottratta, verso la metà di aprile, la bicicletta che questi custodiva nel porticato dell’abitazione) raggiunto da uno sconosciuto mentre si trovava, nel primo caso, in camera, quindi spintonato violentemente sul letto e derubato dei pochi spiccioli che teneva in casa e di alcuni generi alimentari.

Nella seconda circostanza mentre l’anziano, sempre da solo, stava guardando la televisione, il malfattore, frattanto introdottosi in abitazione, lo spintonava e gli strappava dal taschino della camicia una banconota da 50 Euro, minacciandolo di fargli del male se avesse allertato le forze dell’ordine.

Grazie alla conoscenza del territorio, i Carabinieri coneglianesi sono riusciti in breve tempo a ricondurre i reati ad un unico presunto autore, la cui condotta sebbene i proventi dei reati siano stati scarsi, è stata gravissima, reiterata e sintomo di altrettanto grave pericolosità sociale.

Lo straniero, rintracciato nelle ore scorse, è stato portato in carcere a Santa Bona.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

L'arrivo di Del Vecchio ad Agordo tra gli applausi della sua gente

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi