Contenuto riservato agli abbonati

Morto dopo la derattizzazione a Treviso, tre imprenditori sotto indagine

L’azienda in cui si è verificata la tragedia nel 2018

Michele Ferrazzo venne trovato senza vita nel 2018 in un vano per il mais. Ma gli esami e l’autopsia hanno fornito dati contrastanti: asfissia o malore

TREVISO. Sulle cause non sembravano esserci dubbi: è morto asfissiato a causa dei veleni inalati durante la disinfestazione. Invece nell’ambito dell’indagine preliminare per la morte di Michele Ferrazzo questa possibilità è stata minata dagli esiti degli esami eseguiti sulla salma.

La perizia del dottor Alberto Furlanetto apre infatti a due ipotesi: che sia morto proprio per le esalazioni, oppure che si sia trattato di una tragica fatalità, e che Ferrazzo sia stato colto da un malore.

Video del giorno

Briatore: "Noi abbiamo fatto l'upgrade della pizza". Sorbillo: "Lo rispetto, ma è buona anche quella di 5 euro"

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi