Contenuto riservato agli abbonati

Parroco “no vax” in ospedale a San Donà di Piave: l’Ulss 4 sospende don Eros

Don Eros Pellizzari

Il prete, trevigiano, si prendeva cura dei malati di coronavirus, ma non si è immunizzato. L’azienda sanitaria ha interrotto la sua attività pastorale come da normativa

SAN DONA’ DI PIAVE. Sospensione in arrivo per don Eros Pellizzari, il parroco dell’ospedale di San Donà, di origini trevigiane, non è vaccinato. Essendo formalmente un dipendente dell’Ulss 4 deve sottostare alle rigide normative che hanno colpito i sanitari no vax, ridotti ormai a una trentina in tutta l’azienda sanitaria del Veneto Orientale. Massimo riserbo finora sulla sua attività pastorale che verrebbe interrotta dal provvedimento di sospensione già in atto.

Video del giorno

Briatore: "Noi abbiamo fatto l'upgrade della pizza". Sorbillo: "Lo rispetto, ma è buona anche quella di 5 euro"

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi