Alla scuola media di Silea va in scena la Belle Èpoque

Sotto la guida degli insegnanti, venerdì 13 maggio, dalle ore 20, gli studenti hanno potuto sfoggiare i loro costumi e il loro talento

SILEA. Tutti sul palco. Come ogni anno i ragazzi della scuola media di Silea Marco Polo hanno preparato uno spettacolo dedicato a un grande fatto storico.

Il 13 maggio è stata la volta della Belle Èpoque. Dopo aver ballato e recitato, due studenti hanno raccontato ciò che ha significato per loro la realizzazione di questo evento. 

Ecco il racconto di Francesca Cazzaro e Arianna De Vidi, entrambe della Terza B. 

«Qui a Silea c’è aria di Belle Èpoque! In quest’ultimo mese di maggio 33 ballerini, 39 attori e 22 cantanti sono stati catapultati all’inizio del 1900 e sono stati coinvolti nella preparazione di un meraviglioso spettacolo. I ragazzi della Scuola Secondaria di I° grado “Marco Polo” di Silea, con il sostegno dell’Amministrazione comunale, si sono immedesimati nelle grandi personalità di quell’epoca, capaci di rivoluzionare l’Europa con le loro importanti invenzioni, che condizionano ancora oggi la nostra vita.

Sotto la guida degli insegnanti, venerdì 13 maggio, dalle ore 20, gli studenti hanno potuto sfoggiare i loro costumi e il loro talento. Canti, balli ed emozioni hanno reso unico l’evento, riuscendo a trasportare il pubblico in un viaggio nel passato: un’ambientazione caratterizzata da una realtà complessa tra progresso, innovazioni e sogni, ma allo stesso tempo anche tra ombre, povertà e difficoltà.

Lotta, impegno e fatica, certo, ma anche felicità, leggerezza e voglia di vivere. Questi sono i valori che hanno voluto ricordare i ragazzi con questo spettacolo, per non dimenticare le brutture del passato ma anche le bellezze che fanno venire voglia di futuro. L’affascinante mondo della Belle Èpoque è tornato!»

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Chef Igles Correlli e il suo Spinosino fritto risottato con il Ragù alla Selvaggina

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi