Contenuto riservato agli abbonati

Ucraina, l’accoglienza in provincia di Treviso: tremila profughi ospitati dalle famiglie

I numeri della generosità della Marca. Oltre 1.500 minorenni di cui 555 sotto i sei anni di età

TREVISO. L’accoglienza del popolo ucraino in fuga dalla guerra la fanno le famiglie, quelle dei connazionali certo, ma anche tantissimi nuclei trevigiani che hanno aperto la porta ai profughi. Il divario con l’accoglienza strutturata è abissale: 12 persone nei centri di Stato, oltre tremila in case private. Numeri a cui vanno aggiunti le quote – minoritarie – degli ospiti dell’hub regionale di Valdobbiadene e del sistema di accoglienza organizzato dalla Caritas con le parrocchie e i propri centri.

Quanti

Video del giorno

Renzi alla scuola politica della Lega, lo stupore di Salvini con i cronisti: "Non lo sapevo!"

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi