Contenuto riservato agli abbonati

Profughi Ucraina, ecco come accoglierli: la testimonianza del nostro cronista

Profughi ucraini arrivati a Conegliano

«Se capitasse a noi? Così abbiamo deciso di aprire le porte a chi fugge dall’orrore. Tanta burocrazia nella prima fase, ma poi vince la solidarietà»

TREVISO. La guerra in Ucrania è stata la prima di cui abbiamo sentito la pressione perché ci ha trovati adulti, genitori, vicini, ma soprattutto esterrefatti che nel 2022 potesse esistere ancora la logica dell’invasione ad alzo zero, bomba su bomba, civili o non civili poco importa. «Quelle case rase al suolo in aperta campagna potrebbero essere la nostra. Ma perché?». Ce lo siamo chiesti più volte cercando di metterci nei panni di chi lì perdeva tutto.

Video del giorno

Renzi alla scuola politica della Lega, lo stupore di Salvini con i cronisti: "Non lo sapevo!"

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi