Treviso, Foodini la stampante che fa il Tiramisù in 3D

Stefano Serafini con la stampante per il Tiramisù in 3D

Dono della Twissen all’istituto professionale “Lepido Rocco”  di Lancenigo  di Villorba

TREVISO. Caffè, uova, mascarpone, savoiardi, zucchero e cacao amaro. .. in 3D. Foodini, macchinario messo a punto dalla spagnola Natural Machines e in grado di stampare a tre dimensioni il cibo, “si è esibito” martedì 3 maggio nelle sale dell’istituto professionale “Lepido Rocco” di Lancenigo di Villorba in un’affascinante dimostrazione alla quale ha preso parte Stefano Serafini vincitore  della Tiramisù World Cup del 2021.

Donato da Twissen (organizzatrice della Tiramisù World Cup) alla scuola trevigiana diretta da Alberto Visentin, la stampante ha creato sul posto delle monoporzioni di tiramisù contenenti tutti gli ingredienti originali: un ausilio che sarà di grande aiuto per i futuri pasticceri o chef dell’istituto, che, grazie a Foodini, potranno esplorare e creare nuovi piatti. Non, quindi, un sostituto o “nemico” dello chef in carne e ossa, ma un valido aiutante e soprattutto compagno di sperimentazioni.

I pasticceri in erba dell'istituto Lepido Rocco

La telefonata alla Tiramisù World Cup arrivata dalla Spagna dimostra che Natural Machines, per inserire nel proprio database la ricetta canonica del tiramisù, ha puntato su Treviso e sull’ormai consolidata realtà che, ogni autunno, convoglia in città centinaia di appassionati pastry chef amatoriali per cimentarsi nella golosa sfida.

Stefano Serafini  all'assaggio

Adesso sarà possibile creare chicche gastronomiche a distanza grazie ad una stampante che, finalizzata alla lavorazione del cibo, viene fornita degli ingredienti necessari alla realizzazione delle ricette per le quali ha ricevuto l’esatta lista via file. Piatti che, realizzati con prodotti freschi inseriti negli appositi “scompartimenti”, risultano non così lontani, in termini di sapori, da quelli realizzati da una qualunque persona appassionata di cucina. «I puristi potrebbero rimanere scettici di fronte a questa nuova tecnologia, ma la stampa in 3D del cibo è una nuova frontiera che si sta aprendo sempre di più», ha sottolineato Francesco Redi di Twissen.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Salento, violenta tromba d'aria: bagnanti in fuga e alberi divelti a Melendugno

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi