In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
CANTIERE ATS

La galleria di Segusino sarà chiusa da aprile per la riqualificazione

enzo favero
1 minuto di lettura

SEGUSINO

«I lavori per la riqualificazione della galleria di Vas inizieranno in aprile». Ad annunciarlo è l'amministratore delegato di Alto Trevigiano Servizi Pierpaolo Florian. L’intervento avrà un’importanza strategica sia per la messa in sicurezza della galleria stradale, della lunghezza di un chilometro e 200 metri, che dal punto di vista idrico. Da molti anni il traforo che collega le province di Belluno e Treviso è soggetto a frequenti infiltrazioni d’acqua in concomitanza di piogge intense che costringono l’ente gestore a impedirne la viabilità a causa dei conseguenti allagamenti della strada. La tubazione, che affianca inoltre in buona parte la galleria, è una delle condotte acquedottistiche più importanti di Ats, visto che serve un bacino pari a 150 mila utenti nell’area del Trevigiano.Il cantiere sarà suddiviso in due stralci, i quali verranno attuati in contemporanea per la messa in sicurezza della condotta acquedottistica e sulla galleria stradale, così da accelerare il completamento degli interventi. Fra le opere è poi inclusa la realizzazione di un sistema di drenaggio per la captazione dell’acqua che filtra dalla copertura della galleria. Attraverso due condotte che perforano la roccia, le acque verranno poi conferite nel Piave. Sono previste, inoltre, operazioni volte all'impermeabilizzazione e al collettamento delle acque di infiltrazione che interessano la galleria acquedottistica. Verranno infine installate delle opere per il prosciugamento e una trincea drenante, così da mettere in sicurezza sia la viabilità che la condotta acquedottistica. «Il primo stralcio» prosegue Pierpaolo Florian, «con il relativo intervento sul lato di Vas, avrà un importo di 915mila euro. La durata dei lavori sarà di 150 giorni. La ditta affidataria che si occuperà del cantiere sarà la Costruzioni Stradali Martini Silvestro di Vò, nel Padovano. Il secondo stralcio, che si concentrerà invece sul lato di Segusino, costerà 841mila800 euro e andrà avanti per centoventi giorni. La ditta affidataria sarà in tal caso la Schiavo srl di Schio, nel Vicentino». —

I commenti dei lettori