In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
assindustria venetocentro

Zanatta: «Fase inquieta e piena di incertezza»

f.d.m.
1 minuto di lettura

«Stiamo attraversando una fase di inquietudine e di lacerazioni che provoca incertezza».

Alberto Zanatta, vicepresidente di Confindustria VenetoCentro e patron del Gruppo Tecnica, è intervenuto al congresso della Cisl ieri mattina per richiamare l’urgenza di rinserrare le fila tra imprese e lavoratori, dunque sindacati, con alcuni obiettivi: dal consolidamento del potere d’acquisto ad una maggiore sicurezza sui posti di lavoro.

Numerosi gli interventi all’assise, da Giovanni Zorzi del Partito Democratico al sindaco di Treviso Mario Conte, ai dirigenti dell’Inps, con il direttore della sede trevigiana Marco De Sabbata, e dell’ispettorato.

Oggi si chiude la due giorni di congresso. Alle 10.30 di stamattina è previsto l’intervento di Monica Michielin e Giuseppe Battistetti, genitori di Mattia Battistetti, il giovane che ha perso la vita in un cantiere edile a Montebelluna nell’aprile dell’anno scorso.

Seguirà la tavola rotonda “Dalla retorica dell’emergenza alla sfida della piena cittadinanza”, sui temi dell’immigrazione e dell’accoglienza.

Si confronteranno Mario Pozza, presidente della Camera di Commercio di Treviso-Belluno e di Unioncamere Veneto, don Bruno Baratto, direttore dell’Ufficio pastorale diocesano per le Migrazioni della Diocesi di Treviso e il professor Stefano Allievi, Ordinario di Sociologia all’Università di Padova, moderati da Teresa Merotto, segretaria Cisl Belluno Treviso. —



I commenti dei lettori