In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Conegliano, ecco tutte le spese per le elezioni comunali: Chies e Garbellotto “pareggiano”

Oltre quarantamila euro a testa per i due sfidanti giunti al ballottaggio di ottobre. Poco più di tremila euro per Di Gaspero (dem), e duecento euro per il civico Quarta

Diego Bortolotto
1 minuto di lettura

Da sinistra: Antonio Quarta, Francesca Di Gaspero, Fabio Chies e Piero Garbellotto 

 

CONEGLIANO. Le scorse elezioni comunali hanno avuto un record di spese elettorali, in particolare per i due contendenti che si erano sfidati al ballottaggio: Fabio Chies e Piero Garbellotto. Sono stati loro ad accollarsi quasi tutte le spese. Fabio Chies ha presentato un rendiconto di 42.689 euro, Piero Garbellotto una cifra simile, 43.263 euro. Mai i candidati a sindaco della Città del Cima avevano investito tanto denaro. Si pensi che ad esempio, nel 2017, quando venne eletto per la prima volta, Fabio Chies spese “solo” 12.480 euro. Nel 2012, il vincitore Floriano Zambon spese 25.780 euro. Ma è un record anche a livello provinciale. Mario Conte, sindaco di Treviso, nel 2018 presentò un rendiconto di 21.956 euro.

A distanze siderali gli altri candidati a primo cittadino di Conegliano: 3.528 euro per Francesca Di Gaspero, 314 euro per Lorenzo Damiano e 200 euro per Antonio Quarta. In questi giorni, dunque, sono stati resi noti i rendiconti delle varie liste per le elezioni comunali di ottobre 2021, un obbligo di legge per evitare multe o revoca di cariche. La lista che ha investito di più è stata Fratelli d'Italia, con 6.636 euro.

Spiccano invece gli zero euro per Forza Italia. In quella che è diventata maggioranza anche le liste Avanti Tutta Chies Sindaco e Forza Conegliano hanno avuto zero spese. Tra i consiglieri invece, 1.324 euro il rendiconto di Claudio Toppan (vicesindaco Forza Conegliano, una cifra simile investita già quattro anni fa), 271 euro per Christian Dal Bò (capogruppo Forza Conegliano), 692 euro per Paolo Manzalini (Avanti Tutta), 274 per Enzo Perin (capogruppo Avanti Tutta), 109 per Gianbruno Panizzutti (assessore Avanti Tutta). Nella Lega tutti i candidati hanno contribuito con almeno 90 euro, e c'è chi è arrivato fino a 2.201 euro, Olga Rilampa. Il gruppo Libertà civica e Popolare invece ha deciso di suddividere equamente tra tutti i candidati: 114 euro ciascuno e un totale di 3.930 euro. Noi Democratici ha presentato invece un conto di 1.045 euro e Progettiamo Conegliano di 688 euro.

I commenti dei lettori