Contenuto riservato agli abbonati

Trevigiano, il sistema Sgai svelato dalla Procura: «È un’associazione per delinquere»

La Finanza ha ricostruito una rete di tecnici e intermediari in cui sono cadute anche le Poste. Un indagato a Jesolo

TREVISO. Una struttura con Roberto Galloro al vertice e una rete composta da procacciatori di appalti sparsi nel territorio e un gruppo di asseveratori che certificavano lavori e fatture.

Per la Procura di Napoli quella messa in piedi dall'ex presidente del Consorzio Sgai era un’associazione per delinquere. Tra i 18 indagati anche Nicola Zuin, residente a Jesolo, uno degli intermediari che proponeva i contratti di appalto a favore del consorzio napoletano.

Video del giorno

Renzi alla scuola politica della Lega, lo stupore di Salvini con i cronisti: "Non lo sapevo!"

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi