L’ultimo «Ciao amore» in pizzeria: addio alla “mora dell’Arlecchino”

È mancata a 92 anni Argentina Tessaro, titolare del locale di Ponzano: lo veva aperto nel 1971 con il marito Gianni, ora è della figlia Luisa

TREVISO. «Ciao amore». Che fossi il cliente più affezionato o quello arrivato per caso l’accoglienza non cambiava. Da dietro al bancone della pizzeria Arlecchino, riservava la stessa attenzione a tutti coloro che varcavano la soglia del suo locale. Argentina Tessaro, titolare della pizzeria di Ponzano, è morta nella notte tra domenica e lunedì nella casa di riposo di Montebelluna.

Aveva 92 anni, di cui cinquanta dedicati alla pizzeria Arlecchino, diventata nel tempo un punto di riferimento per i comuni vicini e per il capoluogo. Un’insegna quella della pizzeria, che era diventata un luogo geografico. «Ci vediamo all’Arlecchino» è un appuntamento tradizionale in zona. Alcuni tra i clienti non hanno nemmeno conosciuto il nome all’anagrafe della titolare, per tutti era la “mora dell’Arlecchino”.

Aveva aperto la pizzeria con il marito Gianni Crespan nel ’71. Lì aveva deciso di trasferire l’attività di rivendita di vino e bevande. Aveva iniziato anni prima a Monigo, poi il trasferimento a Ponzano dove alla rivendita aveva unito l’attività di ristorazione. L’Arlecchino era circa un quarto delle dimensioni attuali. Se non per un breve periodo, tra il ’75 e l’80 quando aveva dato in gestione il locale, si era occupata sempre direttamente delle pizzeria.

Nell’82 è rimasta vedova di Gianni, ma continua a concentrarsi sulla pizzeria, oggi gestita dalla figlia Luisa con il marito Giuseppe. Fino al 2019, quando è arrivato il Covid, Argentina si presentava ogni giorno al locale. Anzi era proprio lei ad aprirlo ogni mattina alle sei e a fare i caffè ai primi clienti della giornata.

Poi si era dovuta defilare, e negli ultimi mesi la salute aveva iniziato a venire meno, un paio di ricoveri in ospedale e poi il trasferimento in casa di riposo. Proprio a dicembre il locale è stato chiuso un mese per il Covid che aveva colpito in particolare il genero. Mentre Argentina è rimasta negativa. Lascia i figli Luisa e Paolo. I funerali si terranno sabato alle 9.45 nel palazzetto di via don Geron, dietro alla chiesa di Paderno.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Battiato, un anno dopo: un ensemble di violini dal Veneto nella sua Milo

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi