Contenuto riservato agli abbonati

A Treviso il raduno mondiale degli 007. «Il nemico numero uno? Gli attacchi hacker»

Dal 19 al 22 giugno si riuniranno 300 operatori di intelligence privata provenienti da tutto il mondo. Ecco come operano

TREVISO. “James Bond” di tutto il mondo a Treviso per il primo meeting dell’era Covid. Dal terrorismo agli attacchi informatici, passando per la “business intelligence”, fra segreti aziendali e brevetti da difendere. Emergenze e strategie che approderanno sul tavolo del simposio formativo in calendario dal 19 al 22 giugno: la prima volta in Italia di un consesso globale di “spie”; si riuniranno 300 operatori dell’intelligence provenienti dall’Australia e Sud America, Inghilterra e Canada, Francia e Balcani.

Video del giorno

Draghi in Veneto, il rap dei ragazzi con le parole della Costituzione

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi