Scuolabus manomesso a Codognè, l’ombra del sabotaggio: «Abbiamo ricevuto minacce»

Il cartello di minacce trovato su uno scuolabus della ditta Marcon

Il veicolo che ieri mattina ha perso due ruote posteriori durante la corsa potrebbe non aver avuto un guasto tecnico. La titolare della ditta, Roberta Marcon: «Preoccupati da un messaggio minatorio»

CODOGNE’. Non si sarebbe trattato di un semplice guasto, di una disattenzione nell’avvitamento dei bulloni delle ruote posteriori sinistre, ma di un vero e proprio sabotaggio. Si tratta dell’ipotesi che spunta in queste ore dopo che ieri mattina, lunedì 17 gennaio, uno scuolabus della ditta di trasporti Marcon ha dovuto arrestare la sua corsa davanti al municipio di Codognè dopo aver perso due ruote sinistre posteriori.

La conducente aveva riferito di aver sentito un botto e poi di aver visto le due ruote rotolare verso il marciapiede. Fortunatamente gli allievi delle scuole elementari e medie che utilizzano il servizio di trasporto erano già stati accompagnati a scuola da un paio d’ore e il veicolo era vuoto. Non ci sono stati feriti. 

Il giorno dopo Roberta Marcon, referente provinciale della Confartigianato per il settore, che gestisce con i familiari l’azienda di trasporti Marcon di Bibano, fa presente che a Conegliano, recentemente, un cartello minatorio era stato rinvenuto su uno scuolabus dell’azienda lasciato in sosta in un’area pubblica. Nel cartello, dal tono minatorio, qualcuno ordinava di cambiare area di sosta perché altrimenti “può rompersi qualcosa”. 

L’imprenditrice esprime la sua preoccupazione per l’accaduto e annuncia la volontà di sporgere denuncia. 

 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Giro d'Italia 2022 a Treviso. Ecco dove arriverà lo sprint e il toto tappa

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi