Incidenti sul lavoro: resta agganciato nel tornio, imprenditore muore a Resana

Tragedia nel pomeriggio. Titolare di un’azienda metalmeccanica, Giuseppe Taccin aveva 66 anni

RESANA. Un piccolo imprenditore meccanico di 66 anni, Giuseppe Taccin, è morto nel pomeriggio nella sua azienda metalmeccanica di Resana (Treviso) mentre stava lavorando con il tornio ad un componente metallico.

Giuseppe Taccin, la vittima

Secondo le prime informazioni l'uomo, titolare della ditta, sarebbe rimasto 'agganciato' con un indumento, forse il camice, al tornio in funzione, venendo trascinato verso gli ingranaggi.

L'uomo ha riportato lesioni devastanti, ed è deceduto prima che nella fabbrica arrivassero i soccorsi.

A ritrovarlo senza vita è stato il figlio Riccardo, rientrato a casa intorno alle 17.30. Il corpo dell’uomo era riverso sopra la macchina, dentro l’officina della T.M. Torniture Meccaniche in via Piave nella frazione di San Marco, a pochi metri dall’abitazione di famiglia.

Sull'esatta dinamica dell'incidente e sulla presenza delle dotazioni di sicurezza sul macchinario dovranno far luce i Carabinieri e lo Spisal.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Battiato, un anno dopo: un ensemble di violini dal Veneto nella sua Milo

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi