Vandalo scatenato all’ex Maber di Villorba

villorba

Mercoledì scorso sono stati danneggiati i bagni del centro vaccinale di Villorba. «Si è trattato dell’azione di un singolo vandalo che non ha nulla a che vedere con il mondo No vax» afferma il dg Benazzi, «abbiamo sporto denuncia contro ignoti e posizioneremo una telecamera per scongiurare altri episodi simili». Un gesto in ogni caso odioso che, se non fosse stato per la prontezza degli operatori dell’Ulss che hanno riparato tutto in poco tempo, avrebbe potuto avere conseguenze sull’andamento della campagna vaccinale. Il centro di Villorba, infatti, è tra i più importanti in Veneto. E i danni subiti non sono stati di poco conto. «La persona in questione ha strappato le doccette, divelto dei tubi, nel quarto bagno ha anche danneggiato il controsoffitto che è caduto perché bombato d’acqua» spiega ancora Benazzi. «Faremo una denuncia ai carabinieri contro ignoti. Non sappiamo chi sia, ci sono alcuni testimoni, ma si tratta di un puro vandalo, non un “No vax”. Metteremo una telecamera all’esterno dei bagni».


Ieri mattina anche il prefetto di Treviso, Maria Rosaria Laganà, ha contattato il dg Benazzi per avere delucidazioni in merito a quanto accaduto. L’assessore regionale Roberto Marcato (Lega) ha parlato di gesto criminale, arrivando a chiedere il carcere per gli autori. Il Pd provinciale è intervenuto con il segretario Giovanni Zorzi: «Il raid non è un semplice atto vandalico: è la manifestazione di una rabbia eversiva che deve preoccupare seriamente tutti coloro che hanno a cuore la sicurezza delle nostre comunità».—

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Kenya, elefantessa partorisce due gemelli: non accadeva da anni

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi