Contenuto riservato agli abbonati

Treviso, rogo doloso allo chalet di Arman: spunta l’ipotesi della ritorsione

L’avvocato: «Tanta solidarietà per l’attentato, tranne che dai sindaci di Segusino e Valdobbiadene»

SEGUSINO. «Lo stato d’animo con cui ho appreso la notizia della casa distrutta dall’incendio? Dico solo che quando sono arrivato a Col de Miotto, mi sono sentito mancare le gambe».

L’avvocato Andrea Arman è ancora sotto choc per il rogo doloso che il 19 novembre scorso ha distrutto la sua casa di montagna a Col de Miotto, una località a quota 1.040

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori

Video del giorno

Il supercomputer più veloce del mondo di Meta-Facebook

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi