Vittorio Veneto, la commessa delle neomamme uccisa da una leucemia fulminante

Maura Sacilotto, commessa di 52 anni

Maura Sacilotto aveva 52 anni ed era l’anima del negozio “Ibebe”, dove lavorava da alcuni anni. Commossa la titolare Daniela Bodaproste 

VITTORIO VENETO. Una leucemia fulminante ha spento il sorriso di Maura Sacilotto. Aveva solo 52 anni la commessa delle neomamme, che si è spenta venerdì, e lascia il marito ed un figlio di 18 anni. Ma il negozio “iBebe” per cui lavorava, a Serravalle, la piange come una figlia o una sorella. Il suo sorriso, infatti, illuminava l’attività – tutto ciò che serve all’infanzia – e ogni cliente che aveva la fortuna di farsi consigliare da lei e dalle altre commesse che Maura aveva preparato in questi anni.

È infatti commosso il ricordo da parte di Daniela Bodaproste, la titolare, che contava sulla collaborazione di Maura dal 2017, quando spiega che Maura non era la solita commessa e che Maura, oltre ad essere stata la sua prima collaboratrice, è anche quella che si è occupata della formazione e del coordinamento delle altre cinque commesse via via assunte.

La settimana scorsa la commessa 52enne era a casa in ferie, ha svolto degli ulteriori accertamenti dopo una serie di disturbi e il responso purtroppo è stato quello di leucemia fulminante. Venerdì è mancata. Sabato il negozio “iBebe” è rimasto chiuso per lutto, nell'amara sorpresa dei tanti vittoriesi che la conoscevano. Per la titolare, ma anche per tanti vittoriesi che apprezzavano la commessa, ma soprattutto per tante neomamme, un colpo durissimo. Non c’era mamma, non c’erano genitori che non trovassero nell’interlocutrice la soluzione più appropriata al problema che ponevano. Non è stata ancora decisa la data del funerale, che si svolgerà nei prossimi giorni. —

Video del giorno

Il supercomputer più veloce del mondo di Meta-Facebook

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi