Contenuto riservato agli abbonati

Riesplode la Dad, a Treviso famiglie in rivolta: “Costretti a casa per un solo positivo”

Tempi lunghi per i test, l’isolamento preventivo dura giorni. Tra i genitori c’è chi si rifiuta di sottoporre il figlio al tampone

TREVISO. Riesplode la Dad, e le famiglie sono in rivolta. Il contagio si allarga a macchia d’olio, i tamponi richiedono sempre più tempo e ci sono 421 classi in quarantena: torna in maniera massiccia la didattica a distanza, classi con un solo positivo sono costrette ad adottare la Dad anche per più giorni.

Lo sfogo dei genitori

Dalle famiglie, nell’ultimo periodo, le segnalazioni si sprecano: «Prima che arrivino gli esiti dei tamponi, passa quasi una settimana», sbottano.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori

Video del giorno

Allarme boschi in Veneto: abeti e faggi "saltano il pasto" e con loro gli animali

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi