Contenuto riservato agli abbonati

Incendio doloso alla casa dell’avvocato Andrea Arman

In fiamme una vecchia malga ristrutturata: danni per duecentomila euro. Rogo doloso, individuati tre diversi inneschi

SEGUSINO. Bruciata la casa di montagna dell’avvocato Andrea Arman, volto noto nella Marca per essere presidente sia del Coordinamento delle associazioni banche popolari venete “don Torta” che dell’Agut (Associazione gestione ungulati della provincia di Treviso), che riunisce centinaia cacciatori di selezione. Sul fatto - che risale a un paio di settimane fa - vige il più stretto riserbo.

I carabinieri della compagnia di Vittorio Veneto, coordinati dal sostituto procuratore Francesca Torri, stanno seguendo le indagini sul rogo, di chiara origine dolosa, avvenuto a Col de Miotto, una località a quota 1.040

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori

Video del giorno

Quirinale, Mastella: "Belloni al Colle? È come se un portiere volesse fare il centravanti"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi