Dipendenze da videogiochi e social, l’Usl 2 apre uno sportello dedicato ai giovani

Il progetto, che si inserisce nelle azioni previste dal Piano operativo regionale per il contrasto al gioco d'azzardo patologico, è reso possibile dalla collaborazione con enti sociali accreditati i quali garantiranno la gestione degli sportelli

TREVISO. L'azienda sanitaria dell'Ulss.2 di Treviso attiverà dal prossimo 2 novembre in quattro sedi altrettanti sportelli al servizio di adolescenti con dipendenze da videogiochi, internet e social network e alle loro famiglie.

Il progetto, che si inserisce nelle azioni previste dal Piano operativo regionale per il contrasto al gioco d'azzardo patologico, è reso possibile dalla collaborazione con enti sociali accreditati i quali garantiranno la gestione degli sportelli. Il servizio è del tutto gratuito e a disposizione a Treviso, Conegliano, Montebelluna e Castelfranco.

Finora, riferisce l'azienda sanitaria, la presa in carico di questa tipologia di utenti, spesso portatori di comportamenti caratterizzati da ritiro sociale e marcate difficoltà relazionali, è avvenuta attraverso i servizi esistenti con un approccio non dedicato e offrendo consulenze occasionali su richiesta.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Trentanove arresti, smantellata la nuova Mala in Veneto: il video del blitz a Mestre

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi