Il drammatico racconto dei tre ragazzi investiti alle Fiere: «Sembrava un missile, non c’è stato il tempo di metterci in salvo»

Filippo, 21 anni, dal letto d’ospedale: «Ho perso subito conoscenza». Denis: «Io, illeso per un passo». Maruscka: «Ero dietro, mi ha colpita»

TREVISO. «Come mi sento? Un miracolato». Filippo Ruffato, 21 anni, falegname alla AZ System di Dosson, è ricoverato nel reparto di Terza Chirurgia del Ca’ Foncello. «Se ricordo qualcosa dell’incidente? Ho soltanto dei flash», dice dal letto d’ospedale. «All’improvviso ho girato la testa e ho visto piombarci addosso un’auto che viaggiava a una velocità folle. Poi ricordo di aver ripreso conoscenza mentre mi prestavano i soccorsi.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori

Video del giorno

Covid, identikit di Omicron: la variante sudafricana con 32 mutazioni

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi