Francenigo, seicento persone e gli amati trattori hanno accompagnato Simone nell’ultimo viaggio

Uno dei trattori, tra la folla, al funerale di Simone Furlan

Chiesa e sagrato strapieni, nella frazione di Gaiarine, per l’ultimo saluto a Simone Furlan. Il ventottenne imprenditore agricolo era morto venerdì di leucemia fulminante, pochi giorni dopo la scoperta della malattia

GAIARINE. Parenti e amici hanno voluto che, al funerale di Simone Furlan, ci fossero anche i suoi trattori. Lui, che fin da bambino, era legatissimo alla terra e al suo lavoro nei campi, avrebbe certamente apprezzato. Così oggi pomeriggio, oltre a una folla di oltre seicento persone, tra la chiesa e il sagrato, c’erano anche i due mezzi agricoli, in sosta davanti all’edificio sacro, ad accompagnare Simone nell’ultimo viaggio.  

Un dramma, quello della morte dell’imprenditore agricolo di 28 anni, stroncato da una leucemia fulminante in meno di una settimana, che la comunità di Francenigo stenta ad accettare. E fanno fatica ad accettare una tragedia di queste proporzioni soprattutto la mamma Manuela e il papà Giuseppe, la fidanzata Martina, la sorella Enrica e nonna Gemma, pur composti nel loro dolore.

Uno dei sacerdoti concelebranti ha parlato di “una fede che in questi giorni ha rischiato di vacillare” di fronte a quanto accaduto. Simone Furlan, ex studente del Cerletti, aveva molti progetti di vita. Con la fidanzata Martina, con la famiglia, con il suo lavoro, che lo aveva impegnato nella vendemmia fino a pochi giorni fa.  

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Bengala Fire, l'appello al voto di Cornuda: "Facciamoli splendere fino alla vittoria"

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi