Contenuto riservato agli abbonati

A casa capotreni e macchinisti no-pass, ecco le corse che Trenitalia è costretta a tagliare a Treviso

Fino a domenica stretta “ragionata” sui convogli secondari

TREVISO. Prima c’erano dei capotreni e dei macchinisti, da una settimana non ci sono più. Sono a casa, alcuni con certificato di malattia che verrà appurato, altri senza stipendio perché senza Green pass, altri – si spera tanti – in attesa di tampone o prima dose. Non sono tantissimi, ma per un’azienda come Trenitalia che quotidianamente movimenta sulla rete Veneta centinaia di treni contano.

E

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori

Video del giorno

Portuale di Trieste manifestava contro il Green Pass, ora è intubato: "Ho i polmoni distrutti"

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi