Riprendono in Alpago, da dove erano iniziate venerdì, le ricerche del pensionato scomparso

Le telecamere di videosorveglianza del Park Camping Nevegal  hanno ripreso Elio Coletti giovedì mattina mentre beveva un caffè. Il cellulare è spento dalle 4 di domenica

SAN VENDEMIANO. Si infittisce il giallo che avvolge la scomparsa di Elio Coletti, il pensionato 58enne di cui non si hanno più notizie da giovedì mattina, quando è partito da San Vendemiano dicendo all’anziana madre che sarebbe andato a funghi.

Nuove informazioni a disposizione delle forze dell’ordine e dei soccorritori, hanno fatto riprendere le ricerche in Alpago.  

Da un'analisi del tracciamento degli spostamenti del cellulare, ricavata dal suo computer di casa, è emerso che l'uomo sarebbe salito in Nevegal giovedì mattina, ripreso dalle telecamere del campeggio (Park Camping Nevegal), dove ha preso un caffè,  per poi andare a parcheggiare in Casera e percorrere in otto ore il sentiero che da Pascolet porta al Brigata e scende in Fadalto, e da lì risalire in Alpago in località Val de Nogher, dove il tracciamento si ferma alle 19.

Dopo aver perlustrato anche domenica mattina tutta l'area in Nevegal, i soccorritori sono quindi tornati in Alpago nella zona indicata dal Gps dove non lo hanno trovato, ma stanno continuando a cercarlo.

Il cellulare risulta spento dalle 4 di domenica notte. Sono presenti il Soccorso alpino di Belluno, Alpago, Feltre, Longarone con Centro mobile di coordinamento e unità cinofile, Sagf, Vigili del fuoco e Protezione civile.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Covid, identikit di Omicron: la variante sudafricana con 32 mutazioni

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi