Scardellato: «Nella mia squadra ci sono tutte le competenze necessarie»

ODERZO

«Accetto le critiche, me le aspettavo. Non ho competenze tecniche ma ho competenze giuridiche, cioè una parte importante di questi referati. In fin dei conti non sono stata assunta all’ufficio tecnico: sarò un assessore, so bene di non essere onnisciente ma lavorerò con impegno e umiltà». È così che Lara Corte, nuovo assessore ai lavori pubblici e all’urbanistica, replica alle critiche di Cinquestelle e Democratici, con Marco De Blasis e Sandro Martin a puntare il dito contro competenze tecniche giudicate scarse. Corte non ci sta.


«Conosco bene l’eredità che mi lascia Vincenzo Artico: è molto pesante. Un assessore deve dare l’indirizzo politico-amministrativo confrontandosi con i tecnici: farò quello che il mio ruolo richiede», dice l’assessora, «È vero che la direzione è stata tracciata ed è altrettanto vero che è stata condivisa da tutta la giunta oltre che da buona parte del consiglio comunale, minoranza inclusa. Ad ogni modo, ribadisco che in questo ruolo servono anche competenze giuridiche e capacità di individuare soluzioni. La mia professione mi ha formata. Il mio impegno sarà quello di andare a fondo delle questioni: avrò uno stretto rapporto con gli uffici per cercare di risolvere i problemi di Oderzo, come ho fatto anche in passato lavorando per esempio con l’area tecnica quando abbiamo avuto problemi con l’appalto di gestione del verde. Quella volta ho studiato il problema e ho apportato il mio contributo alla soluzione: questo sarà l’approccio anche da assessore», assicura Corte.

Incassate le critiche, l’assessora elenca quindi suoi obiettivi: «Il programma elettorale sarà il nostro faro. Vogliamo completare quanto avviato garantendo a Oderzo vivibilità, sostenibilità e un arredo urbano sempre migliore. Il project financing che riguarda l’ex caserma Zanusso, il Foro Boario di via Donizetti e l’ex Besta sarà una chiave di volta, ma è un lavoro che riguarda l’intera giunta e che valuteremo prossimamente: lo sto approfondendo. Un tema che mi è caro in materia di viabilità è il progetto della “Ciclopolitana” ed i collegamenti fra centro storico e le ciclovie più importanti», afferma Corte.

Anche la sindaca Maria Scardellato replica alle accuse mosse dall’opposizione all’ndomani delle sue nomine: «Nella mia giunta ci sono tutte le competenze necessarie e le risorse utili per lavorare al meglio. Mi stupisce in particolare una visione così miope da parte di Sandro Martin», dice riferendosi al segretario Pd. «Artico e Corte hanno sempre condiviso la visione che serve per urbanistica e lavori pubblici ed entrambi hanno ottime capacità di scelta e indirizzo. Le competenze giuridiche di Corte saranno fondamentali per reperire finanziamenti: gli appalti applicano una legge complicatissima. Lara ha gli strumenti per studiare ciò che volta per volta potrà servire: non l’ho mai vista indietreggiare davanti a un problema», dice la sindaca.

E poi, riferendosi alle critiche rivolte all’assessore al commercio , il 25enne Tommaso Marchetti, altro bersaglio dlle cririche della minoranza: «È un giovane che può portare idee innovative, lavorerà srettamente ccanto al manager del distretto». —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Covid, identikit di Omicron: la variante sudafricana con 32 mutazioni

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi