Contenuto riservato agli abbonati

Sulle Mura di Treviso sono tornati bivacchi e rifiuti

Bottiglie e bicchieri rotti soprattutto sul terrapieno. Il Comune ammette: «Lì Contarina passa solo su segnalazione»

TREVISO. Durante il lockdown erano diventate la sede prediletta per il ritrovo dei ragazzini. Ora le Mura, in particolare nel tratto tra il bastione San Marco e porta Santi Quaranta, sono tornate ad essere frequentate dalle compagnie di studenti.

Che nel frattempo però non sembrano avere cambiato granché nell’atteggiamento nei confronti dell’ambiente. La settimana scorsa, prima che gli organizzatori della Mezza Maratona rimettessero a lucido il bastione, non passava mattina senza che i trevigiani in passeggiata fossero costretti a fare la conta delle bottiglie abbandonate sul muretto, delle cartacce e dei cartoni della pizza mollati per terra.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori

Video del giorno

Calabria, il video del salvataggio di 339 migranti a bordo di un peschereccio

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi