L’ultimo dono di Giovanni «Farà vivere qualcun altro»

San polo, morto in moto a 26 anni 

SAN POLO DI PIAVE

Ha donato gli organi Giovanni Di Napoli, il 26enne morto nell’incidente stradale di domenica, avvenuto sulla Sp 34 all’intersezione con via Grave a Tezze di Vazzola. La donazione è stata decisa dalla famiglia di Giovanni, per ricordare la sua indole generosa. Domenica sera è giunto a San Polo anche il papà di Giovanni, Elpidio Di Napoli, maresciallo dell’esercito in pensione, con diverse missioni all’attivo nelle aree di guerra. Insieme alla moglie Maria Luisa hanno deciso per l’espianto degli organi, affinché Giovanni possa aiutare a far vivere qualcun altro. Anche la madre domenica sera è stata dimessa dall’ospedale di Oderzo, dov’era stata portata sotto shock. Sconvolte dal dolore pure la sorella Eleonora e la fidanzata Saudia. La famiglia è in attesa del nulla osta, per fissare il funerale che si terrà a San Polo. Nel frattempo i carabinieri hanno trasmesso l’informativa di reato alla Procura, al momento senza indagati, perché il conducente della Volkswagen Golf, un 33enne di Tezze, pare non abbia responsabilità dirette. Dalla dinamica del sinistro stradale, il motociclista arrivava da dietro e sarebbe stato in fase di sorpasso con la moto Ducati, mentre la Golf svoltava a sinistra. —




2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Covid, identikit di Omicron: la variante sudafricana con 32 mutazioni

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi