Contenuto riservato agli abbonati

Conegliano, lettere anonime contro la Fulvia in sosta da 40 anni. «Non la sposto, è un cimelio»

I coniugi Angelo Fregolent e Bertilla Modolo accanto alla loro Lancia Fulvia parcheggiata in via Zamboni

Angelo e Bertilla sono contenti di raccontare la loro storia perchè, dietro quella Fulvia, le ruote a terra, un po' di muschio sulla portiera, la vernice scrostata, c'è una vita di racconti, emozioni, amore

CONEGLIANO. La Lancia Fulvia di Angelo Fregolent rimarrà al suo posto. La moglie Bertilla Modolo, che non ha mai avuto la patente e confida di aver detto una volta al marito “Vendiamola”, è ora il più tenace difensore di quel simbolo.

«Quattro mesi fa abbiamo trovato nella buca uno scritto anonimo, con offese pesanti e irripetibili, di qualcuno che ci diceva che dovevamo rimuovere la Fulvia – racconta Bertilla - sono andata io dai vigili e ho fatto vedere la lettera a una vigilessa.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori

Video del giorno

Trentanove arresti, smantellata la nuova Mala in Veneto: il video del blitz a Mestre

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi