Contenuto riservato agli abbonati

«Un nuovo terremoto più forte? Difficile, non impossibile»

Lo sciame sismico dei giorni scorsi si è fermato, proseguono le rilevazioni dell’Ingv sulla faglia Bassano-Valdobbiadene-Vittorio

TREVISO. Sembra che si sia fermato lo sciame sismico che ha interessato il Valdobbiadenese neo giorni scorsi, ma non si può escludere un “big one”.

«Non sappiamo se gli eventi sismici di questa sequenza siano foreshocks, cioè precedano un evento più forte», scrive un report del 3 ottobre dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. «Secondo alcuni modelli statistici c’è un aumento di probabilità di un forte terremoto quando avviene un evento anche piccolo come quelli che sono stati registrati, ma le probabilità calcolate restano comunque basse».

Nessun

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori

Video del giorno

Covid, identikit di Omicron: la variante sudafricana con 32 mutazioni

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi