Blitz dei ladri, nel mirino pure la vigilessa La sindaca: «Sono stati i vendemmiatori»

CASE SVALIGIATE A crevada e san pietro di feletto 

SAN PIETRO DI FELETTO

Raid dei ladri a caccia di casseforti. Giovedì sera hanno compiuto razzie in abitazioni in Crevada. Nelle giornate precedenti erano state svaligiate case a Bagnolo e San Pietro di Feletto.


È caccia alla banda dei “vendemmiatori”, come l'ha ribattezzata anche la sindaca Maria Assunta Rizzo. Mercoledì, tra le 18.45 e le 20.30, i malviventi hanno fatto irruzione nella casa dell'ex capogruppo della Lega di San Pietro, ora candidata consigliera a Conegliano, l'agente di polizia locale di San Fior Cristina Mandia. Lei e il figlio erano usciti e in quel breve lasso di tempo i ladri hanno colpito, introducendosi anche in altri case tra via Adige e via Po, zona Crevada al confine con Conegliano. «In 28 anni che abito qui non era mai accaduto – testimonia Mandia -. Oro e soldi non ne tengo in casa, cercavano una cassaforte che non c'è».

Nelle abitazioni che sono state visitate, oltre a mettere sottosopra cassetti e armadi alla ricerca di oggetti preziosi, i banditi hanno spostato quadri dai muri, mobili, scarpiere convinti di scoprire dei forzieri. «Qui non ci sono vie di fuga se non la stradina d'ingresso, ho trovato infatti il cancello semiaperto quando sono tornata – spiega la vigilessa - sono entrati in casa da una porta finestra». Accertamenti sono in corso da parte dei carabinieri di Conegliano. Giovedì, ancor prima che fossero degli ultimi furti, il Comune aveva già messo in guardia i cittadini. «Si allertano in cittadini a prestare attenzione a non lasciare alcun oggetto incustodito in macchina, soprattutto in questo periodo di vendemmie, stante l'accadimento di parecchi furti – l'avviso comunale - Si segnalano anche alcuni furti in abitazione». «Tenete ben chiuse porte e finestre – afferma il sindaco Maria Assunta Rizzo -. i furti accadono sempre in questo periodo di vendemmie, probabilmente sono collegati, è una strana coincidenza che si ripete ogni anno».

Intanto in Crevada, sotto il “ponte romano”, ieri sono stati trovati resti di un bivacco, coperte, cuscini, sigarette. Qualche sbandato ha alloggiato lì, o forse qualcuno che si è nascosto dopo aver messo a segno furti. —



2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Bengala Fire, l'appello al voto di Cornuda: "Facciamoli splendere fino alla vittoria"

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi