Contenuto riservato agli abbonati

Treviso, nelle aziende 25 mila posti di lavoro liberi: cuochi, operai e camionisti i più richiesti

Fino a novembre le imprese prevedono entrate in crescita. Ma c’è carenza di manodopera: introvabile un addetto su due

TREVISO. Cuochi e camerieri, tecnici informatici, camionisti e operai edili: sono queste le professioni che non sentono crisi, anzi, la crisi è quella delle aziende che non trovano sufficiente manodopera. L’indagine di Unioncamere, diffusa ieri dalla Camera di Commercio di Treviso e Belluno, fotografa il mondo del lavoro nella Marca per il trimestre settembre-novembre 2021. Tre mesi in cui le aziende apriranno, o hanno già aperto, quasi 25 mila ricerche di personale, di cui 9.490

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€ poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori

Video del giorno

Covid, identikit di Omicron: la variante sudafricana con 32 mutazioni

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi