Banditi scatenati ad Anzano, case svaligiate in successione

Mirca De Nardi indica la serratura che hanno tentato di forzare

L’abitazione di Mirca De Nardi presa di mira mentre lei era andata in ospedale Stefania Frare: «Eravamo via per lavori di tinteggiatura». Una decina di colpi

CAPPELLA MAGGIORE. Ladri scatenati ad Anzano. I banditi sono entrati in azione a più riprese tra sabato e domenica pomeriggio. Epicentro dei colpi le vie Molinera, Cal del Sabbion e Santa Apollonia. Nel sacco dei banditi sono finiti gioielli e denaro. In alcuni casi i residenti non escludono di essere stati pedinati. Mirca De Nardi, ad esempio, era uscita dalla sua abitazione di via Molinera per andare a trovare il padre ricoverato in ospedale.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi tribuna di Treviso la comunità dei lettori

Video del giorno

Gian Piero Gasperini: "Cristiano Ronaldo non devo presentarlo io: è straordinario"

Rosti di uova e rapa rossa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi